hotel valentino

Contact Us

ITINERARIO DI DUE GIORNI

Terni, Carsulae e la Cascata delle Marmore

Itinerario di due giorni

PRIMO GIORNO
La prima tappa del nostro itinerario comincia da Terni  (La Città dell'Acciaio) dove iniziamo la nostra mattinata visitando l' Anfiteatro Fausto un anfiteatro di epoca romana realizzato nel 32 d.C. per opera di Fausto Liberale; la struttura originariamente utilizzata come edificio per spettacoli è stata abbandonata per un lungo periodo per poi essere riutilizzata come luogo abitativo e per scopi religiosi con la costruzione di vari edifici come la Chiesa del Carmine il palazzo vescovile.

Terminata la visita all'anfiteatro la nostra seconda tappa sarà proprio il CAOS (Centro Arti Opificio Siri) - www.caos.museum; il complesso museale di oltre 6000 mq è nato dalla riconversione dell’antica fabbrica chimica SIRI ed è oggi un centro culturale a 360° che ospita al suo interno la pinacoteca comunale, il museo d’arte moderna e contemporanea Aurelio De Felice , quello archeologico, laboratori, un teatro da trecento posti, un caffè-libreria.
All'interno del museo è possibile visitare il percorso archeologico organizzato in diciassette sale e due sezioni, una dedicata alla storia preromana e una alla storia romana.
Nella sezione di arte locale sono esposte anche le opere di Orneore Metelli (1872 – 1938), ciabattino ternano scoperto come pittore dal De Felice ( 1915 - 1996) e ritenuto uno dei più rappresentativi naives italiani.

Terminata la visita al CAOS è dopo una sosta per il pranzo siamo pronti per partire verso Carsulae dove passeremo il resto della giornata.

Distante circa 10km dal centro di Terni il Parco Archeologico di Carsulae (www.carsulae.it) è diviso in due aree: il complesso archeologico ed il centro visita e documentazione U. Ciotti.
L'area archeologica comprende i resti di un'antica città romana posta lunga la Via Flaminia a confine tra il territorio di Terni e la Città di San Gemini; al suo interno è possibile visitare 12 punti di interesse caratteristici che rievocano la storia della città durante il periodo romano e imperiale nel momento di maggior splendore.
I luoghi visitabili sono:

  • Via Flaminia;
  • Impianto Termale;
  • Chiesa dei Santi Cosma e Damiano;
  • Isolati e le Tabernae;
  • Basilica;
  • Foro;
  • Cisterna Antiquarium;
  • Arco di San Damiano;
  • Monumenti Funerari;
  • Anfiteatro;
  • Teatro.

Il 12° punto di interesse è Centro Visita e Documentazione Umberto Ciotti realizzato grazie alla collaborazione tra il Comune di Terni e la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Umbria; nelle sale interne del centro, suddivise su due piani, sono allestite esposizioni permamenti di reperti, rinvenuti durante gli scavi condotti fra il 1951 e il 1972.

SECONDO GIORNO
Il secondo giorno si parte la mattina intorno alle 09:00 per poter arrivare alla Cascata delle Marmore (circa 6km da Terni) prima dell'apertura alle ore 10:00. Prima della partenza consultate il sito ufficiale www.marmorefalls.it dove trovate informazioni sugli orari di aperture/chiusura e sugli orari di rialscio delle acque (potete chiedere in reception per ulteriori informazioni).

La Cascata delle Marmore è infatti una cascata con originale artificiale le cui acque (provenienti dal fiume Velino) prima del salto vengono convogliate in appositi canali ed utilizzate per scopi idroelettrici. Vista la duplice funzione è sempre bene controllare gli orari di rilascio delle acque per vedere la Cascata nel suo massimo splendore.

Una volta arrivati a Marmore è possibile accedere alla Cascata attraverso due diversi ingressi, uno superiore (Belvedere Superiore) ed uno i nferiore (Belvdere Inferiore); se partite dall'Hotel Valentino il nostro consiglio è di iniziare il tour dalla parte inferiore per poi spostarvi in alto durante la giornata.

Appena entrati nell'area di accesso ed acquistato il biglietto (prenotabile anche in hotel) potete scegliere uno dei 5 sentieri che vi permettranno di visitare l'area naturalistica interna. Ogni sentiero ha una doversa conformazione e difficoltà e può essere adatto a diversi tipi di escursione:

SENTIERO 1

  • Lunghezza: circa 800 metri
  • Difficoltà: media
  • Tempo di percorrenza: 40 minuti in salita, 25 in discesa
  • Dislivello: 150 metri
  • Particolarità: sentiero molto interessante per gli aspetti naturalistici.

SENTIERO 2

  • Lunghezza: circa 300 metri
  • Difficoltà: facile
  • Tempo di percorrenza: circa 20 minuti
  • Dislivello: 40 metri
  • Particolarità: si giunge nel cuore della cascata vicino al secondo salto.

SENTIERO 3

  • Lunghezza: circa 150 metri
  • Difficoltà: facile
  • Tempo di percorrenza: circa 15 minuti
  • Dislivello: 15 metri
  • Particolarità: si vede la confluenza tra il fiume Velino e il fiume Nera e si ammirano da vicino le evoluzioni degli appassionati di canoa e rafting.

SENTIERO 4

  • Lunghezza: circa 500 metri
  • Difficoltà: medio-facile
  • Tempo di percorrenza: 35 minuti tra andata e ritorno
  • (20 minuti in salita)
  • Dislivello: 90 metri circa sino alla seconda terrazza panoramica
  • Particolarità: luogo privilegiato per fotografare la cascata.

SENTIERO 5

  • Lunghezza: circa un chilometro
  • Difficoltà: facile
  • Tempo di percorrenza: circa 30 minuti
  • Dislivello: pianeggiante
  • Particolarità: luogo privilegiato per ammirare il panorama sull’area del Parco Fluviale del Nera

Partendo dal Belvedere Inferiore e dedicando un'intera giornata all'escursione il nostro consiglio è di cominciare con il Sentiero 1 per poi procdere con gli altri. Durante i percorsi potete trovare tutta una serie di servizi come punti di ristoro, bar, luoghi panoramici, toilette e molto altro.

Inoltre presso l'Infopoint della Cascata potete prenotare anche una serie di visite guidate complementari non presenti nel biglietto base come visite in grotta, visite botaniche, visite guidate per bambini e molto altro.

ITINERARIO DI TRE GIORNI

Terni, Carsulae, la Cascata delle Marmore ed il Lago di Piediluco

Itinerario di tre giorni

TERZO GIORNO

Dopo aver visitato Terni, Carsulae e la Cascata delle Marmore nei primi due giorni, il terzo giorno partendo da Terni percorriamo la Strada Statale 79 fino al Lago di Piediluco, la nostra meta, dove passeremo una giornata all'insegna della natura e del relax.

Piediluco è una frazione del comune di Tereni a confine tra Umbria e Lazio che ospita il secondo lago della regione (dopo il Lago Trasimeno) noto soprattutto per l'importanza naturalistica e sportiva che riveste. Infatti il Lago di Piediluco oltre ad ospitare una florida fauna ittica e molte specie di piante e arbusti è anche un punto di riferimento per chi ama il canottaggio tant'è che è stato scelto dalla Federazione Italiana Canottaggio come sede del Centro Nazionale Remiero.

lI lago ha una superficie di oltre 1,5 km quadrati, un'altitudine di 368 metri s.l.m ed è profondo quasi 20 metri; al centro del lago è presente un'isola montuosa nota come Montagna dell'Eco (grazie al suo particolare effetto acustico) che è possibile raggiungere tramite un tour in battello.

Nel pomeriggio dopo aver visitato il lago e passato qualche ora nella spiaggia green a bordo acqua vi suggeriamo di fare fare una passeggiata nel centro di Piediluco dove potrete ammirare il suggestivo paesino molto movimentato durante il periodo estivo. Una volta terminata l'escursione riprendete l'auto in direzione Terni questa volta passando per la Strada Statale Valnerina lungo la quale a vostro piciamento potete fermarvi in uno dei tanti borghi che incontrerete lungo il tragitto per respirare un po' della suggestività dell'Umbria.

Share by: